Focusing

FOCUSING – INTRODUZIONE

FOCUSING Per Focusing si intende: dedicare tempo a qualcosa che si avverte fisicamente ma è indistinto (finché non si “mette a fuoco”).  E. Gendlin COS’È IL FOCUSING ? di Germana Ponte Il Focusing è mettere a fuoco le sensazioni cariche di significato con le quali il nostro corpo riassume continuamente ogni nostro vissuto; accoglierle e tradurle in informazioni comprensibili e utili per la nostra vita. E’ straordinario scoprire quante cose il nostro corpo sa di noi che noi ignoriamo. I bambini sono dei focalizzatori naturali, poichè essere in contatto col corpo e con i suoi messaggi è un’abilità innata nell’essere umano. Hanno solo bisogno di un po’ di aiuto da parte di adulti, che sanno come fare, per fidarsi di quello che sentono. Gli adulti invece devono riappropriarsi di questa facoltà, chi più chi meno, ed è a questo appunto che serve il Focusing. Per chi vorrà seguirci, questa sezione sarà dedicata ad esperienze reali portate avanti con il Focusing da psicologi, maestre, counselor…. Ma il bello del Focusing è che è per tutti, non occorre nessun titolo per focalizzare, basta reimparare a farlo! Per cui vi guideremo con dei semplici esercizi, sperando di invogliarvi  ad approfondire… Volete saperne di

SAGGEZZA DEL CORPO

Saggezza del corpo…il Focusing consente agli adulti di ritrovarla e ai bambini di non perderla!

FOCUSING E LA SAGGEZZA DEL CORPO

Si può senz’altro dire che il focusing sia un “processo di auto-consapevolezza”. Ciò su cui si fa luce (focusing, appunto) è il modo in cui questo nostro corpo vive ogni esperienza, problema, relazione, etc., e come li riassume con una “sensazione significativa” percepita nel corpo e chiamata Felt Sense. Quando parliamo di corpo nel Focusing intendiamo l’organismo intero: corpo fisico, emotivo, mentale, energetico e quant’altro… In una parola il nostro intero “essere al mondo”. Il Felt Sense è il più delle volte una sensazione vaga e oscura, che compare un attimo e poi scivola di nuovo nel subconscio. La nostra cultura, basata prevalentemente sul “capire”, non ci ha addestrati a darle importanza, inoltre all’inizio sembra poco promettente. Eppure contiene tutta la complessità e tutte le connessioni relative all’esperienza in questione. Con delle tecniche appropriate si apre e ci consente di accedere  quel di più che il corpo sa rispetto alla mente, la famosa “saggezza del corpo” appunto. Inoltre il Felt Sense contiene “implicito” il prossimo passo avanti rispetto alla situazione in questione, e questo perchè è fatto di una complessità che contiene la trama della nostra storia passata, i significati attuali, il nostro modo di relazionarci con noi stessi, con

A fare Focusing si impara…

Nel Focusing, una volta imparate le regole, il linguaggio e le modalità, si è pronti per scambiarlo con altri Focuser. Focalizzare è un’attività molto democratica: a turno due persone effettuano uno scambio paritetico, non c’è “l’esperto”, i ruoli si scambiano, non si vende e non si compra nulla, semplicemente a turno ci si restituisce tempo, attenzione, rispetto e pazienza. A mio parere è un’esperienza davvero edificante e formativa nel campo delle relazioni umane, grazie alla quale volontariamente si impara a mettersi al servizio dell’altro. Si offre la propria presenza discreta e gentile a favore del processo interiore e intimo dell’altro. Seduti di fronte a un compagno ci si sente importanti ma non protagonisti, perché sappiamo che il protagonista è l’altro e che farà ciò che vorrà e che potrà in un tempo stabilito insieme. Pensare che il processo non dipende da noi da una parte ci solleva dall’ansia di prestazione sempre in agguato, dall’altra mette alla prova il nostro ego, perché la tentazione di partecipare e di intervenire in qualche modo è grande, ve lo posso assicurare! A fare Focusing si impara, come nella vita, che è dalla giusta distanza che si riescono a guardare e ad apprezzare davvero cose,