RELAZIONE D’AIUTO

relazione d'aiuto

ESSERE EFFICACI NELLA RELAZIONE D’AIUTO

16 febbraio 2017 ore 21  –  Serata di presentazione – INGRESSO LIBERO

Assicurare qualità al lavoro del counselor e di tutti coloro che operano nella relazione d’aiuto significa mantenere un atteggiamento di apertura verso la conoscenza e il cambiamento e proseguire nella formazione personale con qualità e efficienza.

In una società sempre più incerta e mutevole, oggi più che mai è necessario investire nella conoscenza e nell’approfondimento di se stessi e nella padronanza di tecniche nuove, valide e incisive.

Obiettivi

Integrare il proprio lavoro e le proprie conoscenze con strumenti nuovi attraverso un metodo di lavoro rigoroso e preciso.

Comprendere e migliorare le proprie modalità comunicative sviluppando apertura di pensiero e di cuore, per operare con maggiore efficacia sia nel proprio lavoro che nella propria vita.

Metodologia

L’approccio metodologico si snoderà su due binari

1) Esposizione teorica, secondo il modello della lezione frontale, per approfondire i contenuti teorici.

2) Coinvolgimento diretto dei partecipanti, per integrare i temi presentati, attraverso l’utilizzo di modalità interattive mirate all’attivazione di differenti canali espressivi quali il corporeo, il linguistico, il grafico-pittorico. Si farà riferimento all’approccio multifattoriale dell’intelligenza secondo lo psicologo H. Gardner.

Si utilizzeranno tecniche di intervento quali il brainstorming, le simulate, lavori in coppia e in piccoli gruppi, il role playing, il problem solving, esercizi espressivi, di lettura e scrittura, riflessioni e pratiche concrete con supervisione.

Ad ogni allievo verrà inoltre fornita una scheda teorico-pratica e quando possibile verrà suggerita una bibliografia per l’approfondimento.

Orari

Gli incontri avranno un orario serale, dalle 20 alle 23. Si richiede la frequenza di almeno il 70% delle ore complessive e la disponibilità a recuperare eventuali assenze attraverso una sessione privata con la Dott.ssa Corrias.

Requisiti di ammissione

È previsto un incontro motivazionale e conoscitivo al momento dell’iscrizione con la Dott.ssa Corrias.

Programma

  1. Alleniamoci a definire gli obiettivi.
  2. Il colloquio con il dolore.
  3. Come superare dolori e traumi.
  4. La comunicazione non violenta: il linguaggio giraffa e il linguaggio sciacallo.
  5. La vulnerabilità e l’ipersensibilità come risorsa. Tecniche e strategie.
  6. La parola e la scrittura come risorsa contro lo stress: come funziona il nostro cervello.

 DATE DEL CORSO 2017

5 e 26 marzo
23 aprile
28 maggio
25 giugno

 MARIANGELA CORRIAS

Laureata nel 1982 alla Facoltà di Psicologia “La Sapienza” di Roma, nel corso degli anni mi sono interessata di tematiche riguardanti la famiglia e la relazione genitori figli, di disabilità, di formazione in campo educativo e familiare, gestione creativa dei conflitti, adozione e ho progettato interventi a favore del miglioramento della comunicazione e a sostegno della genitorialità.

Altri argomenti che ho approfondito seguendole da vicino sono problematiche

1) legate allo stress e alla sua gestione

2) ai disturbi psicosomatici

3) alla psicologia giuridica (in particolare alle situazioni di separazione e abuso di donne e di minori) e affrontate grazie allo studio dell’albero genealogico e della psicogenealogia.

Ho approfondito la conoscenza di diverse tecniche meditative, che utilizzo nel mio lavoro sia in gruppo che individualmente, ottenendo con ottimi risultati.

Ho collaborato con famiglie tradizionali, ricomposte, separate, in conflitto, adottive. Ho lavorato a contatto col dolore in tante sue forme: la violenza di genere, l’abuso infantile, la malattia, i lutti.

Mi interesso di psicosomatica da 40 anni, ho aiutato famiglie piagate da sofferenze enormi e da carichi sproporzionati. Ho visto rinascere il coraggio e la voglia di vivere dove sembrava ci fosse solo rassegnazione e disperazione.

Sono circa quindici anni che mi occupo di adozione collaborando da una decina d’anni con un Ente Autorizzato nelle adozioni internazionali, occupandomi dell’inserimento scolastico nel post adozione e approfondendo il tema della narrazione come costruzione del sé e dei disturbi di attaccamento in affido e adozione.

Sono direttrice di redazione e redattrice del sito www.italiaadozioni.it, nonché socia fondatrice.