Introduzione

biografia Fr 002
Dare voce. Non solo perché sono una giornalista e questo è un mestiere che si fa per dar voce a chi è escluso dagli spalti dell’attualità. Ma perché sono state prima di tutto le donne a “essere taciute” nella storia. Paradossale: si dice per convenzione che il primo essere umano fu una donna, abbiamo condiviso con gli uomini metà della storia (forse subendone tre quarti delle conseguenze) e non abbiamo avuto voce. Perché non solo il potere è quasi sempre stato nelle loro mani. Ma, soprattutto, il racconto è stato loro monopolio. E alla fine questo ha contato di più: perché i narratori e cronisti storici hanno lavorato di fino (e spesso con insuperabile malizia) per cancellare le nostre tracce. Sono scomparse regine e artiste e grandi condottiere e, quando proprio non le si poteva far sparire, le si è coperte di fango. Per questo faccio la storica delle donne. Per questo esiste la rubrica. Per questo cercherò di ridar voce e racconto a chi ingiustamente è stato schiacciato dal silenzio: per giustizia. Ma anche perché oggi, del coraggio e del talento di queste donne, abbiamo incredibilmente bisogno!